Buonasera lettori, oggi voglio parlarvi di un libro edito da Fabbri editori che ho letto qualche mese fa.

Love Her Wild | Atticus 
Tradotto da Francesco Sole
229 pag. | Fabbri editor
8.99 € (ebook) | 16.90 € (cartaceo)
26 ottobre 2017 | Link d’acquisto
★ ★ ★ ★ ★

Il sapore di un primo bacio, una promessa sussurrata all’orecchio in una notte d’estate, la follia spensierata di un amore che nasce. Atticus ha la straordinaria capacità di catturare in poche righe la bellezza ruvida dei momenti più piccoli e più grandi della vita. Le sue parole esplorano i sentimenti più profondi e le emozioni più fugaci in istantanee dai colori vividissimi. Con lo stile minimalista e inspirational che lo contraddistingue, le pagine si animano e vibrano raccontando l’essenza purissima delle nostre anime e arrivano dritte alla testa e al cuore. L’amore, le emozioni, le fragilità, ma anche i sogni, la sete di libertà e di avventura: così si compone, tessera dopo tessera, un mosaico perfetto dove chiunque finirà per riconoscersi.

L’autore. Atticus pseudonimo di un famoso personaggio pubblico, è stato definito il “poeta più tatuabile del mondo”. Seguitissimo su Instagram (@atticuspoetry), ama l’oceano, il deserto e fare incantesimi con le parole.

BREVE RECENSIONE

Credo che di libri belli ce ne siano tanti, ma io – personalmente – aggiungerei alla lista anche Love Her Wild. Il libro è diviso in tre parti, Love – Her – Wild, in ognuna delle quali troviamo diverse frasi, a volte molto poetiche, legate all’amore nelle sue più svariate forme. 

Atticus ha davvero un grande dono, ossia quello di creare frasi che sanno incantare chi le legge. 

Il vero amore
è quando ti scordi
dove finisci tu
e inizia l’altro.
È dove gli atomi
delle vostre anime
si dimenticano a chi appartengono.
E a poco a poco diventate
parte l’uno dell’altra,
in un unico insieme.
Troppo uniti ora,
per dividervi mai.

Il libro si legge in poco tempo, le frasi catturano il lettore e molte sono così belle che è impossibile non appuntarle da qualche parte. L’impaginazione, poi, è fatta benissimo: il font a volte classico altre corsivo, le scritte a volte grandi altre piccole, messe qui e lì nella pagina, assieme ad immagini rappresentative. Un piccolo gioiello che bisogna, a mio parere, avere tra le mani e in libreria.

Questa era la sua forza:
riuscire a respirare
la luce del tramonto
anche nei
giorni più bui.