Buongiorno lettori e ben tornati sul blog. Oggi, dopo qualche giorno di pausa legati ad impegni universitari, torno con una nuova recensione. A novembre ho saputo dell’uscita del romanzo thriller “So tutto di te” di Clare Mackintosh e appena ho letto la trama ho cercato subito di organizzare qualcosa con la casa editrice, giungendo così a ideare un bel review party in compagnia di altri fantastici blog! Il libro esce proprio oggi e potete acquistarlo online e nelle migliori librerie. Prima di lasciarvi alla mia recensione vi riporto la scheda informativa del libro… buona lettura! ♥

So tutto di te | Clare Mackintosh
400 pag. | DeA Planeta libri
23 gennaio 2018
9.99 euro (ebook) | 17 euro (cartaceo)
☆☆☆☆☆

Serrato, appassionante e carico di tensione, So tutto di te è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile.
Quando la sera torni da lavoro. Quando, passo dopo passo, percorri la strada di sempre. È allora che diventi la sua preda.
E se un giorno come tanti, tornando a casa in metropolitana, vedessi la tua foto sul giornale? È quello che accade a Zoe Walker, mamma quarantenne e divorziata di due figli adolescenti. Quando riconosce se stessa nello scatto pubblicato nella sezione annunci personali della Free Press della sua città, Zoe avverte un brivido alla schiena. Cosa ci fa su quelle pagine l’immagine rubata e fuori fuoco del suo volto non più giovane, accompagnata da un misterioso, e inaccessibile, indirizzo web? Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Qualche tempo dopo, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di un’altra donna, corredata dalla solita scritta: quellachestaicercando.com. Pochi giorni e la stessa donna viene ritrovata morta alla periferia di Londra, strangolata da un killer senza nome. Adesso Zoe ne è certa: qualcosa di molto sinistro si nasconde dietro le foto e il sito web che le fa pubblicare. Per il suo compagno e per la polizia si tratta di coincidenze, opinabili somiglianze senza significato; ma mentre il conto delle vittime sale inesorabilmente, l’idea che quella di Zoe possa non essere soltanto paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, impulsiva e abile detective in cerca di riscatto. Serrato, appassionante e carico di tensione, So tutto di te è stato per settimane in testa alle classifiche inglesi, confermando Claire Mackintosh come una delle voci più efficaci del thriller psicologico al femminile.

RECENSIONE

Quando ho ricevuto la newsletter inerente a questo romanzo ho pensato subito di non lasciarmelo scappare, così non ho perso tempo e, grazie alla casa editrice, ho avuto la possibilità di organizzarne un review party. E’ da moltissimo tempo che non leggo un romanzo di questo genere, forse perchè nell’ultimo periodo mi sono avvicinata al genere romance e ho accantonato un po’ le altre letture. Tuttavia la trama di questo romanzo mi ha subito attratta e devo essere onesta: anche se l’ho letto attraverso il cellulare, stancante per l’occhio e che un po’ mi ha rallentata, devo confessarvi che questo libro ne è valsa la pena. Attualmente non ho un ebook reader quindi mi sono dovuta adattare, ma non fa niente… per questo romanzo lo rifarei!

Le vicende ruotano attorno a Zoe Walker, donna divorziata e madre di due figli; dopo il divorzio si è fatta una nuova vita con Simon, incontrato un giorno sul posto di lavoro. Una sera, tornando dal lavoro, Zoe legge un articolo sulla London Gazette e rimane senza parole perchè trova la propria foto allegata ad un sito di incontri. Da lì inizia ad avere pensieri, dubbi, ansie perchè teme di essere in pericolo, considerando diversi casi analoghi finiti male. Grazie all’agente Kelly Swift la donna riuscirà a convincersi che non sono solo paranoie le sue, infatti la detective indagherà sul caso.
Nel mentre le vicende si snodano in varie situazioni di vita quotidiana,che permettono di conoscere la protagonista, i figli, il compagno, l’amica di Zoe, Melissa, che gestisce diversi bar e nel quale lavora Justin, il figlio della protagonista… insomma, in un alternarsi di vicende viene descritta una storia che ha tutte le carte in regola per essere considerata dalla sottoscritta “una delle più belle dell’anno” (anche se alla fine dello stesso mancano ancora tanti mesi e di certo ci saranno altri bei libri da aggiungere alla lista!).

“So tutto di te” è un thriller avvincente, che riesce a catturare l’interesse del lettore grazie allo stile scorrevole dell’autrice, ai diversi point of view (c’è quello della protagonista Zoe Walker, quello del “colpevole” e quello di Kelly Swift, abile e impulsiva detective in cerca di riscatto), all’intreccio ben studiato… Insomma, Clare Mackintosh è riuscita a scrivere una storia che fa trasparire la giusta ansia al lettore, bramoso di saperne sempre di più, e vi giuro che se non fosse stato difficoltoso leggerlo sul telefono lo avrei finito in pochissime ore.

I personaggi principali sono descritti molto bene, ho percepito l’ansia e la preoccupazione di Zoe, l’aspetto introspettivo è stato caratterizzato – a mio parere – magistralmente. Io stessa, tornando dall’università con il treno, ho avuto per qualche giorno l’angoscia di essere osservata… questo per farvi capire che seriamente questo romanzo riesce a entrarvi dentro. Per non parlare poi della suspence che riesce seriamente a tenere incollato il lettore: personalmente ho approfittato di ogni pausa disponibile per leggerlo, fino a poi mettermi comoda sul letto, una sera, e concluderlo.
Anche i personaggi secondari li ho trovati utili al racconto e ben descritti.

Era davvero da tantissimo tempo che non leggevo un libro così bello, un libro che ti fa credere di aver capito tutto e poi invece ti stupisce facendoti smontare ogni ipotesi fatta, un libro che parla di fatti ed eventi non troppo inverosimili o lontani da noi (come l’abuso della donna o lo stalking), un libro che riesce a far immergere il lettore proprio all’interno della storia, nonostante un inizio un po’ lento.

Insomma… da come avrete potuto intuire “So tutto di te” mi è piaciuto davvero molto, mi è difficile trovargli dei difetti considerando le emozioni che mi ha fatto provare. Se proprio dovessi trovarne uno direi che il finale, che – credetemi – stupisce in ogni aspetto, tende a lasciare il campo aperto ad un eventuale altro romanzo e questo, forse, è dato anche dal fatto che all’antagonista non è stato dato – verso la fine – il giusto peso, giungendo ad una conclusione sicuramente inaspettata ma un po’ veloce.

Ad ogni modo consiglio a pieni voti il libro, sia a chi ama questo genere sia a chi, invece, vuole avvicinarsi. E’ una lettura che non delude e che una volta conclusa lascia quel classico vuoto che solo i bei libri riescono a trasmettere.
Credo proprio che recupererò anche “Scritto sulla sabbia” dell’autrice, che non ho letto e che spero di leggere presto.

Se leggerete “So tutto di te” fatemi sapere, con un commento, cosa ne pensate! ♥

 

Di seguito trovate i blog che hanno partecipato al review party, se volete leggere anche le loro opinioni! 

Share: