Recensione | “Noi, come tutto ha inizio” di Lucia Tommasi

Buonasera lettori, finalmente riesco a postare una nuova recensione. Ho finito il libro in questione in circa quattro giorni quindi ne approfitto per esporre il mio parere riguardo al libro “Noi, come tutto ha inizio” di Lucia Tommasi.

Noi, come tutto ha inizio | Lucia Tommasi
Alfieri series #1 | Self-publishing
22 novembre 2016 | 1.99 € (ebook)
☆☆

Serena è fidanzata con Andrea da qualche anno e sono molto felici insieme.
La loro vita è perfetta, pensano al matrimonio e ad un futuro, finché una sera arriva il fratello maggiore di Andrea, Michele.
Lui è il classico rubacuori, il bello e dannato che ha ogni sera una donna diversa, non ha mai pensato di innamorarsi. Questo finché non conosce la futura cognata.
I due iniziano una relazione clandestina, fatta di baci rubati e sesso bollente.
Il destino ci mette il suo zampino, una gravidanza e un errore di distrazione li farà scoprire da Andrea.
Serena dovrà fare la temuta scelta.
Michele o Andrea?

 

RECENSIONE

Inizio con il ringraziare l’autrice che mi ha gentilmente fornito la copia digitale del libro affinchè io potessi leggerlo e recensirlo. Ammetto sin da ora che già dalle prime pagine lo stile dell’autrice non mi è particolarmente piaciuto, la storia sembrava intrigante, ma abbastanza prevedibile già dai primi capitoli.
Il romanzo è molto scorrevole, quindi si legge in poche ore o pochi giorni. Sicuramente è una storia che fa compagnia, anche se già all’inizio ho potuto immaginare alcune scene.
Serena, la protagonista, sta per sposarsi con Andrea Alfieri; tutto sembra andare bene, il matrimonio è alle porte, i due sembrano amarsi. Da pochi giorni è tornato il fratello di Andrea, Michele, e zaaaaaac tra lui e Serena nasce un’inspiegabile attrazione. Il colpo di fulmine ci sta, perchè no, ma i fatti si susseguono troppo rapidamente e la credibilità di alcune scene è abbastanza scarsa (un esempio, per citarne uno dei tanti, per non spoilerare troppo: Michele vuole farsi un tatuaggio, chiama Serena per fargli compagnia, i due si incontrano, finito il tatuaggio vanno nella casa di una zia che non c’è. Mi chiedo… le chiavi le aveva Michele? Io non ho le chiavi di tutti i miei parenti, non so voi).
Al di là di alcune scene discutibili, c’è da dire che nonostante la prevedibilità Lucia Tommasi riesce comunque a far incuriosire il lettore. Devo essere sincera: lo stile dell’autrice non mi è per niente piaciuto, dialoghi un po’ banali, poche descrizioni, si passa da una scena all’altra abbastanza velocemente, però… l’autrice è riuscita a farmi comunque tenere gli occhi incollati sulla storia. E il perchè è semplice: nonostante i difetti che ho riscontrato la curiosità di conoscere i segreti di Michele, di scoprire se Andrea avrebbe scoperto la moglie con il fratello (e soprattutto come), il via vai di Michele, la passione tra i due amanti, riescono a suscitare nel lettore un interesse.
I personaggi, a mio parere, andrebbero caratterizzati meglio. Non ho sopportato la migliore amica di Serena che non dava manco un consiglio decente; Serena e Michele sono un po’ stereotipati; Andrea, invece, è l’unico che ho un po’ più apprezzato: è incredibile quanto amore provasse per la moglie, nonostante tutto ciò che quest’ultima gli ha fatto. Però… niente spoiler! 🙂
I fatti narrati, più o meno credibili (dipende dalla scena), sembrano ricordare Beautiful, la famosa soap opera. Forse è anche per questa ragione che intriga il lettore. E poi c’è il finale del romanzo che porta il lettore ad essere curioso, soprattutto su Michele.
Penso che la trama in sè possa avere del potenziale, ma non credo sia stata trattata nel migliore dei modi. Al di là di alcuni errori di battitura, di punteggiatura e scrittura (ahia…), lo stile che l’autrice ha usato per questa storia non è proprio riuscito a entrare nelle mie corde. E mi spiace molto, perchè – ribadisco – che la storia poteva avere del potenziale se narrata meglio. Consiglio un restyling della storia, magari aggiungendo delle descrizioni in più e rallentando gli eventi che si susseguono troppo rapidamente.
In futuro, magari, darò un’altra possibilità all’autrice che, sicuramente, mi stupirà con miglioramenti nello stile e nella storia di questa serie. Chissà, magari il prossimo suo libro sarà il secondo volume… alla fin fine la curiosità di conoscere i segreti di Michele, con cui l’autrice ci lascia in sospeso, è molta! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *